MILANO, presidio regionale sui servizi educativi 

Grande partecipazione al presidio che si è svolto questa mattina a Milano davanti al Grattacielo Pirelli, sede del  consiglio regionale in difesa del sistema asili nido del territorio Lombardo.

FP CGIL, CISL FP e UIL FPL Lombarde al fianco delle lavoratrici e dei lavoratori del settore educativo hanno ribadito con forza la loro contrarietà rispetto alla delibera di Regione Lombardia sugli asili nido regionali che introduce misure discutibili e peggiorative che mettono in discussione l’intero sistema.

Al termine del presidio le rappresentanze di FP CGIL. CISL FP e UIL FPL sono state ricevute dai copogruppo del Consiglio regionale e hanno partecipato all’ audizione della Commissione III in merito alla Dgr.

“Abbiamo ribadito la richiesta di ritiro della delibera regionale – dichiara Mauro Ongaro Segretario Generale Cisl FP Lombardia – e la riapertura di un serio confronto con le parti sociali e l’ ANCI Lombardia in merito agli aspetti più critici del provvedimento. In particolare sulla previsione dell’utilizzo dei volontari nella compresenza obbligatoria, sulla rigidità del calendario scolastico, sul rapporto operatore-bambini che non tiene conto dell’eventuale presenza di disabili nelle classi. Anche la definizione di  operatore socio-educativo per il personale che opera con i bambini non ci trova d’accordo vista la sempre maggiore specializzazione della figura professionale dell’educatore in un contesto che vede già iniziare il percorso scolastico nell’età 0-6 anni”