percorso-rinnovo-piattaforma-contrattual

P.a: Cisl, ritrovata concertazione per una efficace riforma


(ANSA) - ROMA, 10 MAR - Il "Patto per l'innovazione del lavoro pubblico e la coesione sociale" siglato a Palazzo Chigi dal Governo e da Cgil, Cisl e Uil è "un segnale importante per il Paese, frutto di una indispensabile ritrovata fase di concertazione e di condivisione responsabile degli obiettivi e degli strumenti per una efficace riforma della Pubblica amministrazione". È quanto sottolineano in una nota congiunta il segretario generale della Cisl, Luigi Sbarra, ed il segretario generale della Cisl-Fp, Maurizio Petriccioli. "La delicata fase di ricostruzione del Paese non può essere affrontata senza la stesura di un moderno piano industriale per la Pa basato sulla necessaria digitalizzazione dei servizi, formazione, contrattazione, valorizzazione delle esperienze e delle competenze del personale in servizio, e con un nuovo piano di assunzioni in grado di snellire la burocrazia e semplificare la vita e le attività per i cittadini e per le imprese", affermano.
Con il Patto "abbiamo definito nuovi obiettivi condivisi - proseguono Sbarra e Petriccioli - che rispondono pienamente alle nostre rivendicazioni: garantire più sicurezza per chi ogni giorno eroga servizi pubblici fondamentali nel contrasto al Covid-19; più assunzioni, per portare nella Pa il know how necessario a rispondere con efficacia ed efficienza alle sfide di un Paese industriale avanzato come l'Italia; più contrattazione e partecipazione dei lavoratori  per modernizzare il lavoro pubblico, valorizzando l'innovazione organizzativa e le forme di lavoro agile".
Tra i punti positivi dell''intesa, viene evidenziato "l'impegno del Governo a rinnovare  i contratti pubblici per il triennio 2019-2021, assicurando le risorse necessarie per stabilizzare l'elemento perequativo come componente strutturale  della retribuzione e a rivedere gli ordinamenti e i sistemi di assificazione ed inquadramento del personale; la volontà di
eliminare i limiti imposti alle singole amministrazioni che vincolano la contrattazione di secondo livello; l'introduzione
anche nel sistema pubblico della detassazione per i sistema di premialità; la promozione del welfare contrattuale". (ANSA).

A MILANO PROSEGUE IL PERCORSO PER IL RINNOVO DELLE PIATTAFORME CONTRATTUALI: ASSEMBLEE UNITARIE DEI DELEGATI DI SANITA’ PUBBLICA, FUNZIONI CENTRALI E FUNZIONI LOCALI

Riprende a Milano la mobilitazione dei dipendenti delle amministrazioni pubbliche per “Rinnovare la P.A.”. Le Segreterie territoriali di Milano FP CGIL, CISL FP, UIL FPL, UIL PA hanno dato il via a percorsi per il rinnovo delle piattaforme contrattuali con assemblee dedicate alle delegate e ai delegati dei comparti Sanità Pubblica, Funzioni Locali e Funzioni Centrali.

Sicurezza, assunzioni e superamento del precariato, contrattazione e risorse adeguate per i rinnovi, sono i tre principali punti di rivendicazione di lavoratrici e lavoratori che ancora attendono delle risposte concrete.

“Prosegue con fermezza la nostra mobilitazione – dichiara Laura Olivi Segretario Generale Cisl FP Milano Metropoli – Con la manovra finanziaria, purtroppo, sono state stanziate risorse insufficienti per avviare il cambiamento che ci auspichiamo”.

“Continuiamo al fianco di lavoratrici e lavoratori – prosegue Olivi – il percorso per il rinnovo delle piattaforme contrattuali rivendicando sicurezza, assunzioni e contrattazione, la nostra lotta per ottenere un adeguato riconoscimento economico e professionale per i lavoratori della pubblica amministrazione e porre fine alle diverse difficoltà lavorative che quotidianamente mettono a rischio la qualità dei servizi erogati “.

Di seguito tutte le assemblee

Assemblea LAVORATORI piattaforma contrat
Assemblea LAVORATORI piattaforma contrat
Assemblea LAVORATORI piattaforma contrat
Assemblea LAVORATORI piattaforma contrat
Assemblea LAVORATORI piattaforma contrat
Assemblea LAVORATORI piattaforma contrat
Assemblea LAVORATORI piattaforma contrat